2005 - 2012 La rinascita

Con una conferenza stampa del 29 giugno 2005 Telecom Italia ha annunciato di voler rilanciare Olivetti sul mercato dell'informatica, iniziando dal ripristino del marchio Olivetti. Con un investimento intende lanciare una serie di nuovi prodotti per ufficio, casa nel campo delle stampanti a getto d'inchiostro e dei dispositivi multifunzione.

Strategia molto importante sarà il lancio del Tablet Olipad avvenuto nel marzo 2011. Il 20 aprile 2011 ripare in collaborazione con il Fondo per l'Ambiente Italiano lo storico negozio-museo in piazza San Marco a Venezia esponendo alcuni prodotti dell'azienda di Ivrea.

2012 Ulteriori chiusure

Nel giugno 2012 Olivetti ha chiuso un polo di ricerca, situato in Svizzera l'Olivetti Engineering SA, che si occupava della progettazione hardware e software dei suoi prodotti.

Nello stesso mese Olivetti e Telecom hanno deciso la chiusura dello stabilimento valdostano di Arnad, dove la controllata Olivetti I-Jet sviluppava e produceva testine per stamapanti e fax.

Appendice, l'Olivetti a Crema

Dalla fine degli anni '60 al 1992 l'Olivetti ha avuto un importante polo produttivo a Crema. L'Olivetti a Crema sbarcò alla fine degli anni '60 acquisendo l'area industriale, dove si trovava la Serio-Everest, un'azienda fondata nel 1929. La Serio-Evererst è stata la prima azienda al mondo a produrre una macchina da scrivere con tastiera a 4 file di tasti invece che 3. Attorno all'azienda a Crema si formò un'area, abitazioni, centro ricreativo e aziende. Dopo la fine della storia dell'Olivetti l'area è stata recuperata grazie all'insediamento del Polo informatico dell'Università di Milano e di diverse aziende tecnologiche che hanno recuperato l'area. La storia di Serio-Everest e Olivetti a Crema è stata raccontanta nel 2002 dalla pubblicazione "Dalla Everest alla Olivetti" edita dal Centro di ricerche Alfredo Galmozzi.  


Homepage gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!